Xilitolo: Effetti indesiderati, Effetti collaterali e Controindicazioni

shutterstock_214444288

Lo xilitolo è uno zucchero naturale, che viene descritto come il dolcificante del futuro, il migliore edulcorante presente sul mercato, in quanto ha lo stesso sapore dello zucchero, ma a differenza di quest’ultimo, fa bene alla salute orale, ha un basso indice glicemico, aiuta a prevenire l’insorgenza dell’otite media e fa bene alle ossa.

In realtà navigando in rete non tutti sono concordi, alcuni sostengono che abbia effetti collaterali e possa far male alla salute.

Quindi qual è la verità? Ci stanno ingannando di nuovo e vogliono venderci un prodotto dannoso, come salutare? Ecco un elenco di tutti gli effetti collaterali, indesiderati e di tutte le controindicazioni che possiamo trovare sul web sullo xilitolo:

1. “Lo xilitolo causa problemi intestinali e viene mal tollerato dal nostro corpo”

Questa affermazione è vera solo in parte. Lo xilitolo è una sostanza che troviamo normalmente in natura, ad esempio è presente nelle fragole, nelle prugne, nei funghi, ed è prodotto anche dal nostro metabolismo, di conseguenza è una sostanza che il nostro corpo conosce, tuttavia in caso di sovradosaggio o di sensibilità individuale al prodotto si possono verificare episodi lassativi. Gli studi e l’esperienza delle persone hanno però dimostrato che riducendo la dose di Xilitolo e aumentandola in maniera graduale scompaiono gli effetti collaterali, in quanto il corpo si adatta ad assumere questa sostanza.

2. “Lo xilitolo è tossico”

Questa è una notizia assolutamente non vera. Lo xilitolo appartiene al gruppo delle sostanze chiamate polialcoli e rientra tra le sostanze non tossiche in grado di farci provare il meraviglioso gusto “dolce”. Inoltre, uno studio del 1976 ha dimostrato, che anche assumendo 1,5 Kg di xilitolo al mese non si verificano effetti tossici o dannosi per la salute dell’individuo. In alcuni giorni del test i volontari hanno ingerito addirittura 400 g di xilitolo in un solo giorno, senza avere alcun effetto collaterale.

(http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/783060)

3. “Lo xilitolo è cancerogeno”

L’origine di questa affermazione è sconosciuta, non esiste nessuno studio che abbia trovato un legame tra xilitolo e cancro.

4. “Lo xilitolo è pericoloso per i cani”

Si, lo xilitolo è pericoloso per i cani, addirittura se ingerito in quantità elevate può agire come un veleno. Il metabolismo dei nostri amici a quattro zampe è molto diverso dal nostro, anche la cioccolata ad esempio, fa molto male ai cani, mentre è ben tollerata dall’uomo, dove addirittura stimola il rilascio delle seratonina, la molecola che ci fa sentire più felici.

5. “Lo xilitolo non fa dimagrire”

Lo xilitolo è un dolcificante con poche calorie, circa 2,4 Kcal per grammo, e da solo non ci fa dimagrire, è consigliato nelle diete ipocaloriche, non perché abbia proprietà dimagranti, ma perché permette di abbassare il contenuto calorico di dolci e bevande zuccherate.

6. “Lo xilitolo potrebbe contenere sostanze tossiche o OGM”

Si, se scegliamo una marca di xilitolo di bassa qualità. Lo xilitolo infatti, viene prodotto a partire dal mais o dalla corteccia di legni duri (per maggiori informazioni leggi il nostro articolo: Xilitolo, produzione e qualità). È opportuno scegliere uno xilitolo di elevata qualità, come DolceBetulla, che viene prodotto in maniera sostenibile e a partire da corteccia di betulla coltivata in Europa e non dal mais, che spesso viene prodotto in Cina e che potrebbe contenere pesticidi e OGM.

7.“Lo xilitolo non ha proprietà anticarie”

Enorme risonanza ha avuto un recente studio del 2015, “Xylitol-containing products for preventing dental caries in children and adults”. Molti giornali e siti web hanno riportato questo studio per evidenziare come lo xilitolo non abbia alcun effetto sulla salute orale. In realtà si tratta di una lettura approsimativa e superficiale di questo articolo, in esso non viene detto che lo xilitolo non ha alcun effetto sulla carie, ma che gli studi finora condotti non sono stati fatti in maniera accurata, per cui è necessario continuare ad indagare sulla relazione tra xilitolo e carie.

Quello che sappiamo con certezza è che ci sono numerosi studi su xilitolo e salute orale (per approfondire potete leggere il nostro articolo Xilitolo: uno zucchero amico dei denti), che questa sostanza ha una lunga storia e nei paesi del Nord Europa, in particolare in Finlandia, viene utilizzato da più di 70 anni su larga scala, anche per i suoi effetti benefici sul cavo orale.

Certo, gli studi devono continuare e devono essere sempre più precisi e darci informazioni più dettagliate, ma questo è l’obbiettivo della scienza, rendere evidente quello che la tradizione e le abitudini di vita della popolazione hanno già dimostrato.

Possiamo quindi dire che lo xilitolo non fa male alla salute e che esistono numerosi falsi miti su questo zucchero naturale. Se vogliamo delle certezze possiamo leggere la descrizione dello xilitolo che viene fatta dalle agenzie più accreditate in materia di salute e cibo

“Xylitol may be safely used in foods for special dietary uses, provided the amount used is not greater than that required to produce its intended effect” (Food and Drug Administration, 2014)

“Lo xilitolo, in particolare, presenta un’importante attività cario-preventiva , anche a lungo termine, che viene esplicata attraverso la riduzione della concentrazione degli streptococchi del gruppo mutans e una conseguente riduzione dei livelli di acido lattico prodotti” (Ministero della Salute, 2013)

“Xylitol has been approved for safety by a number of agencies, including the U.S. Food and Drug Administration, the World Health Organization’s Joint Expert Committee on Food Additives and the European Union’s Scientific Committee for Food” (California Dental Association)

“The American Academy of Pediatric Dentistry (AAPD) recognizes the benefits of caries preventive strategies involving sugar substitutes, particularly xylitol, on the oral health of infants, children, adolescents, and persons with special health care needs”

Recent Posts