Lo xilitolo: Qual é la sua storia?

Birke Himmel

Lo xilitolo é un dolcificante naturale che ha riscosso immediatamente un grande successo, grazie al suo sapore, alle sue minori calorie, alla sua origine naturale e ai benefici che apporta all’intero organismo.

Questo edulcorante viene estratto dalle betulle, per questo viene anche chiamato zucchero del legno, ma anche dalle fragole, dai lamponi, dalle prugne e dal grano; inoltre, nel 1962 si scoprì che il corpo umano produceva naturalmente lo xilitolo durante il metabolismo del glucosio.

China AntikLa sua storia é molto antica, sembra che 2500 anni fa fosse citato come sostanza benefica per i denti in un libro Cinese, e successivamente, vecchie testimonianze raccontano che i nativi americani fossero soliti rosicchiare il legno di betulla, in quanto questo gesto aveva effetti positivi sulla salute orale.

TuttaEmil Fischervia, solo intorno al 1890 venne sintetizzato in due diversi laboratori quello di Emil Fischer in Germania e quello di Betrand in Francia. In un primo momento venne utilizzato per produrre cibi per diabetici, visto il suo basso indice glicemico, e per bilanciare il livello di glucosio nel sangue durante le operazioni chirurgiche.

Successivamente, in seguito ad un episodio avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale, lo xilitolo venne rivalutato come prodotto da utilizzare su larga scala. Infatti, il duro periodo del conflitto bellico portò tutti gli stati a soffrire di importanti carestie, in Finlandia, in particolare, le scorte di zucchero erano al limite e per questo si decise di utilizzare lo zucchero del legno come alternativa e venne introdotto nelle caramelle e nelle gomme da masticare.

Con il passare degli anni aumentarono gli studi su questo edulcorante, una grande svolta avvenne negli anni ’50 quando si capì che i bambini che mangiavano con regolarità prodotti contenenti xilitolo contraevano meno infezioni alle orecchie.

Nel frattempo il consumo di questo dolcificante naturale aumentava, soprattutto nei paesi del Nord Europa e negli anni ’70 alcuni scienziati finlandesi dell’Università di Turku decisero di analizzare meglio questa sostanza e riuscirono a dimostrare che il suo consumo apportava benefici ai denti. Questa grande scoperta portò alla produzione nel 1975 di XyliFresh una gomma da masticare contenente xilitolo, che fu lanciata simultaneamente sul mercato finlandese e Americano.

Negli anni successivi le ricerche si intensificarono e i risultati benefici che questo dolcificante poteva avere sulla salute aumentavano di studio in studio, fino a quando nel 2001 non uscì una pubblicazione, definita review, dove venivano riportati tutti gli studi e le evidenza scientifiche sugli effetti positivi dello zucchero del legno.

In America, lo xilitolo non passò inosservato e a partire dal 2001 venne utilizzato dall’US army per migliorare la salute orale dei soldati.

Attualmente questo prodotto é molto famoso in Finlandia, Germania, Scandinavia e Austria, anche se il suo uso sta aumentando notevolmente anche negli altri paesi europei e in America.

Oggi sul mercato troviamo numerosi prodotti contenenti xilitolo, non solo dolci di uso comune, come cioccolato, chewing gum e caramelle, ma anche cibi per persone affetti da diabete, visto il suo basso Indice Glicemico, preparazioni farmaceutiche e prodotti per la salute orale come dentifrici e collutori. Per sapere se un prodotto contiene xilitolo, basta controllare l’etichetta dove viene indicato con la sigla E967.